News

Napoli ha disperato bisogno di lavoro e non di assistenza

Noi ci siamo, presidente Conte. Non può bastare l’impegno della Whirpool di garantire la retribuzione dei lavoratori fino al 31 dicembre 2020. Nessuna lettera di licenziamento deve partire dalla multinazionale americana.

Lei, presidente Conte, si è impegnato a preservare l’occupazione e rilanciare le prospettive industriali del sito di via Argine. Napoli ha disperato bisogno di lavoro e non di assistenza.

Napoli non può perdere neanche un posto di lavoro. Le manifestazioni di questi giorni testimoniano la gravità della situazione.

È giunto il momento che palazzo Chigi convochi con urgenza le parti sociali, i sindacati e la multinazionale americana

Previous post

Sentirci tutti responsabili per il futuro del nostro Paese

Next post

Attacco terroristico alla Cattedrale di Nizza